Della Stryxia e dell’amore

Sabato ero in difficoltà, sono andato al Killer sobrio, colpa degli strascichi dei postumi di capodanno.

Non succedeva dall’autunno 2006 in cui andai sobrio perchè ero sotto tachipirina. Vabbè la serata non è stata delle migliori, ringrazio Lollo per non avermi lasciato solo.

A fine serata sono rimasto fuori a fumarmi una paglia, cosa che il freddo gelido mi aveva impedito di fare prima, la Stryxia non aveva cuccato e mi ha chiesto un passaggio verso casa.

Stryxia

Il fatto di essere sobrio mi ha permesso di ricordarmi perfettamente del dialogo che abbiamo avuto durante il tragitto Plastic -> casa sua.

La conversazione passò da lei che mi faceva una classifica dei suoi amori, classifica che avrei scalato fino alla top 3 se le avessi fatto rivedere il mio sedere, all’amore in generale. Mi raccontò una favola zen sull’amore che io riporterò in un formato più formale:

Alice e Bob sono due essere umani (non fate caso ai sessi, i nomi “alice” e “bob” sono scelti secondo costumi crittografici).

A Bob piace molto Alice.

Alice un giorno dice a Bob: “Guarda Bob, se tu vieni sotto casa mia a suonarmi una serenata ogni sera per i prossimi 100 giorni, io alla fine mi concederò a te.”

Bob, preso dalla passione che lo spinge verso Alice, tutte le seguenti sere si reca sotto casa di Alice per dedicarle una serenata. Lo fa per 99 sere di fila, ma alla centesima non si presenta.

L’interpretazione è ovvia. L’amore è un sentimento che ci spinge ad avere ciò che non abbiamo o non riusciamo ad ottenere. Se dovessimo riuscire a fare nostro la persona amata, il sentimento si trasformerebbe e non sarebbe più lo stesso che ci ha spinto verso la persona amata.

Sono sicuro di conoscere diverse persone per le quali l’amore è così. Insistono insistono e insistono, farebbero di tutto pur di chiavare lei e solo lei o pur di stare insieme a lei e solo lei. Ma se la chiavassero, se ci stessero insieme, io dubito che poi non capiterebbe presto un’altra donna, che devono avere a tutti i costi.

E’ davvero solo questo l’amore?

Personalmente non credo. Questa volta però non ne sono così sicuro, nè tantomeno sono sicuro di voler avere ragione.

This entry was posted in Riflessioni and tagged , . Bookmark the permalink.

15 Responses to Della Stryxia e dell’amore

  1. Capoz says:

    Cazzo mi sento tirato in causa…………………
    Allora dato che Suby tu sai bene quello che sto vivendo mi ci ritrovo abbastanza in questo discorso, probabilmente se non ci fosse la sfida, l’emozione di tentarle tutte, di vedere fin dove si può arrivare per amore beh non ci sarebbe gusto.
    Da mesi ormai vivo un amore non corrisposto allucinante, vado a dormire con il suo pensiero e mi ci sveglio al mattino, ne ho combinate di tutti i colori, ma non è cambiato nulla. Forse non è neanche la persona giusta per me ma è come avere un unico obbiettivo nella vita, chissà se un giorno succederà o cambierà qualcosa. Non è per chiavare, non penso che una persona sia attratta così tanto solo per una scopata, fosse così una escort anche più figa mi sarebbe costata un ventesimo :-) penso che sia davvero molto di più…. Che sia amore o meno? non lo sò penso che solo il dopo possa deciderlo, se quello che abbiamo inseguito davvero ci da quello che cercavamo o meno.
    Vedremo, sarebbe bello per me almeno scoprirlo.

    Aldo

  2. R!L says:

    Non credo si possa definire l’amore in senso assoluto, credo, che nessuno ci sia mai riuscito, quindi usare simboli ed esempi è tutto ciò che ci rimane per cercare di trasmettere questo sentimento “iperbolico”, che ci pervade, a chi ci circonda. Parlando di Amore per un’altra persona lo connotiamo in maniera romantica, cerchiamo in maniera esplicita di costruire qualcosa che lo contempli, di migliorare lo stato delle cose per renderlo esclusivo. L’Amore esiste, “esiste” come insieme di emozioni che cambiano con Noi, mutano con il nostro tempo e convivono con le nostre esperienze, si costituisce di affetto, stima, attaccamento e tutto ciò che si puo’condividere con un’altra persona, in positivo e in negativo.

  3. Stussy says:

    Per la cronaca CALICAPODANNO SONO IO, e io che pensavo di usare un nickname diverso per ogni post, uffi.

    Ahhh l’amore, sta chicca di Bob e Alice, mi mancava.
    Quanta, quanta verità… ci sono “vari tipi di stati in amore” e credo che nella propria vita (se non si è sfigati) più o meno li si riesce a provare quasi tutti: il dongio-vanni (questa è per pochi), lo zerbino, ecc potremmo aprire un blog su ognuno di loro…

    Questo stato di voler ottenere qualcosa di irraggiungibile, di provare il tutto per tutto, per ottenere qualcosa di cui, molto probabilmente, ci siamo fatti un’idea iperbolica. Ah, per poi stufarsi o rendersi conto che non è come ci si aspettava, quando l’hai ottenuta… beh a me capita spesso, ma questo stato non lo limiterei all’amore. A me succede per un sacco di altre cose. Faccio e disfo… finchè non “vinco” e non ottengo quello che voglio.

    Bene, sono contenta.

    Tutto a posto.
    Sono appagata.
    Ed ecco che puntualmente mi rompo i maroni e trovo la minima cosa per rimettere, anche solo un po’, le cose in discussione.

    Perchè la verità è che io non mi so accontentare, se è “tutto rego” … mi annoio, che ne so. Amo le sfide? Bah.
    Non lo faccio con cattiveria eh, ma a volte lo faccio.

    E io che pensavo che fosse una cosa limitata agli Arieti, come me. ;)

  4. claudio says:

    Bella discusione…bravi!!!

  5. al says:

    Dal mio punto di vista ritengo ci siano diversi tipi di “amore”; partite dal fatto che io paragono l’amore a babbo natale, c’è chi ci crede e chi no.
    In ogni caso nella mia vita ho avuto modo di interpretare questo sentimento e di catalogare le persone così:
    1) persona che si illude di trovare l’amore ogni volta che trova una persona dell’altro sesso che minimamente gli piace.
    2) persona che si innamora raramente, soggetto a depressioni frequenti.

    Non so quale delle due sia la più triste, varia di volta in volta e dalle esperienze che gli capitano.

    Per tutto il resto c’è suby, frocio impenitente!

  6. Oscar Wilde says:

    The mystery of love is even greater than the mystery of death.

  7. sere says:

    Premessa “io non so parlar d’amore”…
    Non credo che esistano diversi tipi di Amore…(a differenza di quello che sostiene Al), ma credo ci siano le varie fasi dell’Amore…(vedi il film “Manuale d’Amore” che è il ritratto di esse…)
    Io credo di essere una di quelle persone che si innamora raramente…, senza per questo cadere in depressione quando per molto tempo non succede…, fondamentalmente perchè sto bene con me stessa…,e preferisco non perdere tempo di fianco a persone che non meritano sul serio…, soprattutto perchè quando amo…, come nella vera amicizia…,ci metto l’anima!
    Per me è difficile innamorarsi veramente perchè sono necessari tre fattori essenziali:
    1) essere predisposti e pronti in quel dato momento ad amare…
    2) non aver paura di amare
    3) trovare la persona giusta di cui ci si potrebbe innamorare…,a mio parere rara da trovare…
    Per molti mesi è il primo elemento che non mi permetteva di innamorarmi di qualcuno..infatti, per vari motivi…non ero pronta a ricominciare…Poi capita che incontri la persona adatta a te(raro e difficile..perchè spesso ci si illude di averla trovata)…,che ti fa perdere la testa,…e ti accorgi che quel periodo di “no, non voglio qualcosa di serio” finisce di botto,…e tu cominci a rincamminarti verso la solita strada irta di pericoli…, ma piena anche di tante belle sorprese…la strada dell’Amore…,rifacendo gli stessi errori…, cadendo tante volte e rialzandoti sempre,…e ritorni “imbecille” anche se ti eri ripromessa di non esserlo piu,’…e i tuoi occhi col tempo…ricominciano a brillare ancora…con la sperranza…che quella volta sia quella giusta…,e che quella persona capisca al contrario di altre quante valga averti accanto.
    Sono stufa di ascoltare storie di persone che per paura di rimanere sole…,o perchè hanno vite tristi…si buttano a capofitto nel primo “coglione” o “cogliona” di turno accontentandosi perchè non riescono a stare da soli, senza cadere in depressione…
    Sono stanca della gente che continua storie accanto a persone di cui non gli importa nulla solo per non rimanere sola, autoconvincendosi giorno per giorno di amare quella persona…,quando i primi a saper di non amarla piu’ sono loro stessi…
    Potrei raccontarne di cotte e di crude su questo argomento…, ma per quante cosa possa raccontare mi rendo conto che l’argomento Amore…è una tematica difficilmente razionalizzabile…anzi non lo è…
    Per quanto riguarda la storiella delle Strixia…spero di non essere come Bob…spero di poter lottare per cio’ che voglio,…e godermelo quando alla fine sarò riuscita ad ottenerlo..ricordandomi giorno per giorno di quanto ho lottato per averlo…e del perchè l’ho voluto,…di modo da cosi poter dare importanza sempre a cio’ che ho davanti…
    Non potrei mai lottare per qualcosa soprattutto in Amore,…e poi abbandonarla quando sta per diventare mia…
    In amore oltre al coraggio di amare..bisogna avere anche il coraggio di lasciare…quando ci si accorge che qualcosa si è rotto…,senza portare avanti per inerzia e abitudine rapporti che solo nella forma sono storie,…ma nella sostanza sono solo prese in giro…
    Sull’Amore ci sarebbe tanto da dire…, ma ricordiamoci che “l’emozione non ha voce…”
    PS: E’ bello Amare…veramente…
    PS2: scusate x la solita asciugata…, ma sono una romanticona sentimentale…
    ciao a tutti…

  8. Ci says:

    FERMI TUTTI!!!
    ma quello che spinge il nostro BOB ad andare sotto casa di ALICE 99 volte è la passione… non è amore(anzi “Amore”)!!!
    L’Amore avrebbe spinto BOB an andare sotto la finestra di ALICE 120 volte e senza che lei lo chiedesse!

    L’AMORE é COMPASSIONE: che non significa pietà ma deriva dalla cultura classica ( e chi ha fatto filosofia lo sa); è un “comune sentire”!
    L’amore è un sentimento che prescinde dalla passione( vedi amore per un figlio…).
    In poche parole ci si sente legati alla persona amata da una comunione più che da una sorta di gara alla conquista dell’oggetto pribito.
    E’ un sentimento fine a se stesso: “l’Amore non vuol altro che AMARE!!” non gli serve “possedere”, non gli serve “manifestare”, non gli serve “appartenere”!!!
    Questo è in piena contraddizione con quanto detto.

    Es.
    se ami davvero qualcuno e ti rendi conto che non è abbastanza felice con te, LO MOLLI!!!
    per quanto faccia male…preferisci soffrire al posto suo!
    Viceversa, quando provi passione per una persona senza amarla veramente, fai una marea di stupidaggini senza senso e capita anche di infastidire o addirittura ferire il centro del ns desisderio!
    La differenza sta qui!
    Spero di essere stata sintetica e CHIARA!

    Guardando i commenti, mi sono resa conto che quelloc he dico è vero: ” gli uomini non sanno Amare”
    Secondo me è una cosa di cui siamo capaci solo noi donne…forse a causa della procreazione( se la natura non ci avesse dato l’amore come faremmo a lavare le mutande con sgommate varie agli uomini, come potremmo potrare le corna con dignità, come ci alzeremmo nel cuore della notte per consolare il pianto di un neonato??? tutto ciò, notte dopo notte, giorno dopo giorno, anno dopo anno!)

    Gli uomini non vogliono ammettere di non essere capaci di Amare perchè sono invidiosi di un legame tanto “intimo” a esclusività di coloro che hanno il dono di procreare!
    Così sin da quando sono piccoli sono attratti dalle donne e dal loro mondo, dalle loro complicità, dalle loro rivalità, dalla solo sensibilità…così distanti dal mondo del “testosterone” ( e qui ci includo anche i gay).

    Un uomo che parla d’amore lo ha sentito dire da una donna.
    Un uomo che piange per amore in realtà compiange se stesso, il suo orgoglio ferito, la sua frustrazione…non compiange mai l’infelicità della propria amata…

    Sembra sessista???
    LO E’

    Ciao a tutti
    CI

  9. Capoz says:

    guarda tutto giusto fino alla stronzata galattica che un uomo non sà amare, ma che cazzo di discorso è? ma li conosci tutti gli uomini?

    Scusa il tono ma certe cose proprio non si possono sentire, non condivido assolutamente che un uomo non possa amare, sarò io diverso da tutti quelli che hai conosciuto ma Io penso di aver amato e di esserne ancora in grado.

    Aldo

  10. sere says:

    Per quanto riguarda il commento di “Ci” credo che l’amore, al contrario, non possa prescindere dalla passione…
    La passione è il motore della “macchina Amore”, senza passione l’Amore non va avanti…, o se lo fa, e sicuramente non per molto tempo, lo fa per i sentimenti che prevalgono alla fine di un amore cioè: rispetto, stima, AFFETTO…tutti tranne la Passione. Cio’ inevitabilmente porterà questo “grande carrozzone” a fermarsi, oppure a continuare con corna reciproche al seguito…
    Sono d’accordo che l’amore, come confermato dalla stessa etimologia, sia un “comune sentire”, ma questa comunione, unione di sentimenti che corrono all’unisono, ha bisogno della spinta della passione, che è “il carburante” fondamentale per vivere a pieno le nostre emozioni…
    Senza la Passione… l’amore rimane un “quadro bianco”…, la Passione è il colore che fa la differenza, tutto sta nel cercare di farla durare il piu’ possibile, nell’essere in grado di desiderare la persona scelta ancora…dopo tanto tempo.
    Non sono d’accordo sull’opinione espressa da “Ci”:”gli uomini non sanno amare”. Io credo non esista essere vivente non in grado di amare. Non la concepirei come una questione di “sesso” il saper amare o no…
    E’ vero che noi donne quando amiamo…diamo e proviamo qualcosa di diverso, ma non per questo superiore a cio’ che prova un uomo, poichè a mio parere, sono solo 2 espressioni diverse dello stesso sentimento…
    Concludo dicendo un’ultima cosa:” gli errori, le stupidaggini si fanno anche quando si ama”. Capita di far soffrire involontariamente qualcuno che si ama, infastidendola o ferendola…Non credo che il far male a qualcuno sia circoscritto alla categoria del “non amore”.
    Questo è il mio ultimo commento…
    ciao…
    Sere

  11. bronzo says:

    Vi voglio bene,
    a tutti

  12. La Stryxia says:

    il corteggiator trae dal corteggiamento il suo proprio piacere, e non dalla realizzazione del suo desiderio

  13. Stussy says:

    “Love is Friendship Set On Fire”

    Scusate era una citazione che volevo utilizzare, e mi ero sempre chiesto quando avrei potuto. ^__^

    uah uah uah

  14. Ci says:

    Non voglio annoiare nessuno con una lezione d’arte( anche perchè non posso giurare sulla mia “competenza” ma a chi importasse questo è “Amore dormiente”).

    Allora arriviamo a quello che vuole dirci questa immagine:
    penso che tutti lo abbiamo riconosciuto; indubbiamente è Eros…ma guardiamolo meglio…
    scopiamo che è sudaticcio, scomposto, gonfio e flaccido allo stesso tempo, le sue ali sono sporche.

    E’ giorno eppure il ns piccolo Eros non ha nessuna intenzione di svegliarsi, nonostante la luce che gli punta il viso…

    Ma come mai?
    Forse è stanco?
    Effettivamente sembra esauto

    MA cosa sogna???
    E se sognasse la fine dell’Amore che tanto lo impegna e lo sfinisce?
    Ma come potrebbe?
    Non lo sa che la fine dell’amore determinerebbe la sua stessa fine?

    Ecco il punto: NON LO SA! è un “incosciente”… è solo un bambino stanco che si lamenta del suo da fare…e con una certa fatica cerca in sè una insofferenza che non fa parte della sua natura….ma che lo spinge a non svegliarsi… non ancora…a dormire ” solo un altro po’…così…per capriccio…

    Ora il punto è questo: per me gli uomini hanno quell’eros dentro di sè… non se ne libereranno mai!
    E alla fine è questo che a noi donne piace tanto!

    Forse mi sbaglio, forse no…
    ditemi voi
    Ciao a tutti e grazie per aver risposto alla mia provocazione:)
    Ci

  15. Pingback: SHOP ELECTRONICS!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>