Di Quei Maledetti 300 Euro

Sono un po’ a corto di argomenti, lo ammetto, e così rispolvero uno che mi ero segnato ma che alla fine ho lasciato da parte per parlarvi di cose più interessanti.

Giugno 2008. Milano. Sabato sera.

Esco dal Ragù (disco pub di fianco allo Zelig) verso l’una e mezza, sono con Lex, prendiamo la mia macchina e ci muoviamo, destinazione Killer Plastic. Eravamo entrambi abbastanza fatti, non ricordo con esattezza cosa avessi bevuto, stimo 4 white lady.

Piazzale Loreto, semaforo rosso, mi fermo. Scatta il verde, quello davanti fa per ripartire, io riparto, mi distraggo un istante e quello davanti frena dopo essersi mosso 20cm e io gli vado addosso, ovviamente pianissimo. Bestemmia. Scendiamo. Naturalmente mi rendo conto benissimo di avere torto al 100%.

Era una coppia etero. “Scusate, tutto bene? Mi sono distratto un secondo.” Il tizio, tranquillo, inizia a scendere e a controllare il culo della macchina per eventuali danni. Io ero abbastanza confidente che la cosa si sarebbe risolta lì visto che gli ero andato addosso pianissimo. Invece lui inizia, con la sua manina, a togliere la polvere dal paraurti e trova un graffietto dalla parte laterale. Graffietto che è impossibile che gli abbia fatto io visto che l’ho preso dritto, con la targa. Lui inizia “ahhh questo è un casino, io sono un carrozziere, bisogna smontare tutto, cambiare, battere blablabla”.

Inizio ad agitarmi. “Dai ma come ho fatto a fare una roba del genere io?” Lui “eh niente.. constatiamo e la risolviamo così”. Un po’ di tira e molla per cercare di risolvere la cosa senza stare mezzora a constatare ma niente, lui è irremovibile. Mi giro il cazzo e gli faccio “Vabbè quanto vuoi?” “mah.. 350 euro”. Il cazzo mi gira ancora di più ma volevo andare a sballare e non stare lì a compilare moduli. “Và bene, ti prelevo 300″. Prelevati, dati, salutati, andati.

Se ci ripenso mi gira ancora il cazzo. Ho la targa, ho pensato di fargliela pagare a quel bastardo. Richiedere i dati del proprietario e andargli a fare una bella riga tutto intorno alla macchina. Alla fine ho desistito anche a questo. In fondo dei tanti difetti che ho, il rancore e la sete di vendetta non sono tra questi. Sono bravo a perdonare le persone, che sia per il fatto che in fondo sono uno stronzo e capisco gli altri stronzi?

This entry was posted in La mia vita and tagged . Bookmark the permalink.

One Response to Di Quei Maledetti 300 Euro

  1. Stussy says:

    “…che sia per il fatto che in fondo sono uno stronzo e capisco gli altri stronzi?” hahahahaha

    Beh io un mese fa sono stata centrata da una macchina che faceva inversione a U in via Andrea Costa.
    Tornavo da lavoro.. e stong! Date le mie esperienze di incidenti, dove ho sempre avuto ragione e mi sono anche fatta un po’ male… la cosa che mi ha rallegrato di più è stato il fatto che sono riuscita a tenere il motorino ed accostare. WOW! Non mi ha nemmeno sfasciato il ginocchio!

    Fatto sta che il ragazzo, scende, si preoccupa per me mentre io ridevo come una mongola (reazione associata al tremolio dello spavento!) controlla la carena ammaccata della mia amata Vespa, si scusa dicendo che stava guardando un altro incidente più avanti, di cui aveva appena appena prestato soccorso (il mio tamponatore è infatti un medico dell’arma, peccato che era brutto… :P ) e dice che mi paga tutti i danni senza problemi. Aggiunge che doveva scappare perchè aveva il padre a Napoli con un cancro (ho allungato una mano alle chiavi, toccando ferro, non si sa mai…) mi fa vedere un documento (originale) mi da i suoi dati e se ne va. A momenti mi sentivo in colpa io!

    Fatto sta che è passato piu di un mese, il carrozziere mi ha preventivato un danno di 250 euro, e il tizio via sms mi ha confermato che mi da i soldi, basta che lo porto a riparare. Un santo.

    Ebbene: non sono ancora andata a portare il motorino perchè mi dispiace e sono troppo buona?
    O capisco gli sfigati perchè sono una sfigata? ahhahaah

    Ps: E non sto qui a raccontarvi di altri 2 tamponamenti fatti da 2 donne, con 2 twingo SEMPRE in corso Buenos Aires!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>