Dell’Amore da Ragazzi

Avevo intenzione di parlarvi della mia opinione della finanza ma mentre stavo per iniziare a scrivere ho discusso con un’amica. Dalla conversazione è saltato fuori questo argomento, argomento di cui avevo già discusso con altre 2 amiche. Sembra evidente che gli uomini non sono inclini a parlare di sentimenti…

Mi ricordo di quando ero un teenager e amavo. I miei sentimenti erano molto intensi, molto forti. Avrei fatto qualunque cosa per la persona amata, avrei sacrificato la mia vita per lei. C’era lei e basta.

Una delle poche foto che ho della mia prima ragazza. Qui con Lex.

Una delle poche foto che ho della mia prima ragazza, la Vale. Qui insieme a Lex al Lido (Venezia) nell'estate del 1999.

Ora è diverso. L’amore che provo non raggiunge quei livelli. Ci sono delle cose per le quali non sono disposto a scendere a compromessi. Ho la mia vita, sono più egoista, penso di più a cosa voglio io, a cosa faccio io, e non sacrificherei tutto per un’amore.

Questo è brutto. Mi sembra di non riuscire a provare quei sentimenti che un tempo riuscivo a provare. Mi sento di non vivere fino in fondo l’amore. Le due amiche con cui discussi di questo in Giugno la pensano come me, e anche loro ne sono dispiaciute.

A cosa è dovuto tutto ciò? Qual’è la causa della nostra incapacità di amare come quando si era giovani? E’ che prima non eravamo un cazzo, e adesso invece siamo adulti con le nostre vite, vite alle quali non vogliamo rinunciare perchè abbiamo fatto un cammino per arrivarci? O è semplicemente che siamo cresciuti e abbiamo visto la fine di quegli amori, e ora viviamo nella disillusione, sappiamo che la vita è abbastanza una merda e che le relazioni sono difficili, e la possibilità che esista una persona che ci renda felici per il resto della nostra vita è praticamente un utopia. Per quanto riguarda me io credo che il motivo sia quest’ultimo. Sono un disilluso.

This entry was posted in Riflessioni and tagged , , . Bookmark the permalink.

3 Responses to Dell’Amore da Ragazzi

  1. Stussy says:

    Ne hai parlato con me ieri, mi puzzava un po’ di intervista quella chattata in msn XD scherzo, mi ha fatto piacere.
    Non posto qui da mille anni, ma con sorpresa noto che sono quasi d’accordo con te…
    Quello che pensavo io è che quando sei giovane ti innamori e pensi che quella persona avrà tutto quello di cui hai bisogno per renderti felice, anche se magari i fatti (per i tuoi amici, perché te non ti rendi conto di nulla) non rappresentano quello che pensi.
    Invece poi cresci, fai le tue esperienze, impari dagli errori da cui rimani scottato, ti fai i tuoi interessi e le tue opinioni personali, capisci in che mondo vivi e più vai avanti e più ti rendi conto che le favole sono difficili da trovare e da mettere in piedi… o che comunque qualcosa andrà storto, rovinerà i tuoi sogni e i tuoi abiettivi. Forse quando sei più grande diventi anche più lungimirante, credi di cercare una persona che abbia i tuoi stessi interessi, i tuoi ideali, o comunque una persona più compatibile a te. Insomma parte la chimica, sei felice, stavolta ci siamo… poi magari capita che essendo diversi devi scendere a compromessi per qualcosa, e un po’ ti scende.

    Spero di non essere una disillusa. Una cosa che ho capito, è che non c’è nulla di sicuro nella vita.
    E menomale! … perchè le tranvate per amore che si prendevano una volta…

  2. R!L says:

    Quando si è adolescenti la vita ha un sapore diverso da quella di un adulto, non è ancora corrotta dalle esperienze e non va molto d’accordo con la ragione, l’innocenza agevola gli amori appassionati che emulano quelli dei film e dei romanzi, le frasi epiche da amor cortese si spendono a piene mani perché l’Amore fa sentire grandi e forti come dei cavalieri erranti che con loro bandiera possono affrontare tutto, soprattutto i “mulini a vento”… e poi passa il tempo la vita si trasforma e con essa il modo di amare si finisce così per trasportare nell’amore i problemi, le rinunce e le ansie e il suo sapore cambia diventa, inevitabilmente, più amaro.
    Le stagioni della vita condizionano l’Amore, e se a questo si aggiunge il fatto che la speranza della vita si allunga credo tu abbia ragione ritenendo un’utopia trovare una persona che ci renda felici per il resto della nostra vita.
    Forse un po’ di illusione aiuterebbe l’Amore, il problema resta dove trovarla… nella gioventù?

  3. sere says:

    “…perché col tempo cambia tutto lo sai, e cambiamo anche noi…”Credo che questa frase riassuma il problema. E’ verissimo che “le stagioni della vita condizionano l’amore”, ma i primi ad auto condizionarsi a mio parere, siamo noi.
    Col tempo si cambia, anche se credevo che ciò non fosse possibile. Le esperienze, quelle positive e quelle negative, le responsabilità che aumentano con l’età che avanza, la vita stessa che si modifica inesorabilmente, per il fatto che si entra a far parte del cosiddetto “mondo degli adulti”, ti portano a cambiare, e a percepire vecchie sensazioni, emozioni, in maniera diversa, più matura e cosciente.
    Ho visto persone, in particolare un’amica, che nonostante abbia preso molte batoste, ogni volta riesce sempre ad innamorarsi come se fosse la prima volta, come quasi una ragazzina. Io non riesco. Il bagaglio acquisito mi fa riflettere mille volte prima di incominciare qualcosa di serio con una persona e prima di riporre fiducia in qualcosa. E’ giusto dare peso agli errori e alle esperienze passate, altrimenti a cosa servirebbe il passato? Voglio che abbia un senso.
    Lei spesso dice che sono troppo cinica, e che dovrei vivere fregandomene degli insegnamenti del passato. Purtroppo, o per fortuna (dipende dai punti di vista), non ce la faccio.
    La stessa “corazza” che ci costruiamo per difenderci dal resto del mondo, per proteggerci da possibili nuove sofferenze, essa stessa ci impedisce di vivere in maniera “libera” come un tempo l’amore. Nonostante ne sia cosciente, questo fa parte della vita e del crescere, e va bene così.
    E’ giusto, a mio parere, che le “stagioni dell’amore” cambino, che ogni età abbia il suo “modo di amare”. Nonostante durante l’adolescenza il nostro modo di amare fosse più esplicito, senza confini… trovo affascinante, crescendo, vedere come i sentimenti cambino, come le stesse emozioni ti possano portare a risultati diversi per i cambiamenti che subentrano nella vita di ognuno.
    Amare adesso sarà sicuramente un qualcosa di meno “cinematografico”, ma sono sicura che non sarà sicuramente inferiore, o meno importante, questo “nuovo”modo di amare.
    Sarà un amore più responsabile, più maturo e più completo. All’irrazionalità prevalente in quel vecchio tipo di amore, che in parte rimpiangerò, ci saranno nuovi elementi a rendere il mio amore comunque bello, passionale e stabile…E’ giusto che le persone si adeguino al loro tempo, ed è giusto che l’amore stesso non si viva in maniera indifferente rispetto al passato, e a ciò che si è diventati.
    Vivere nella completa illusione che esista una persona sola da amare nella nostra vita è un utopia. Non credo assolutamente che possa succedere. Come l’amore cambia il suo modo di esprimersi, anche le persone cambiano, le esigenze cambiano e di conseguenza si ricercano cose diverse, o si ritrovano cose nuove in persone che pensavamo fossero le stesse, e che invece sono cambiate, anche se a volte, non ce ne si rende neanche conto.
    Per questo è impossibile trovare “l’altra metà”. Le persone che ammettono che ciò, invece, sia possibile, sono persone che non possono che dichiarare che le persone non cambiano mai nella vita.
    Se l’essere umano fosse statico e privo di condizionamenti esterni, e quindi rimanesse uguale per sempre, penso che in quel caso non sarebbe difficile trovare l’anima gemella…La realtà è un’altra. Tutto cambia, noi cambiamo, il nostro modo di amare anche, e la vita mi affascina così tanto anche per questo…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>